Gli altri interventi incentivati

Una delle interessanti novità introdotte dall’ecobonus 110% è la possibilità di ottenere la detrazione del 110%, sempre CONGIUNTAMENTE con gli interventi “trainanti”.

Rispetto dei requisiti in materia di prestazioni energetiche

Ai fini dell’accesso alla detrazione, tutti i suddetti interventi devono rispettare i requisiti minimi previsti dal comma 3-ter dell’ articolo 14 del dl 63/2013, e, nel loro complesso, devono assicurare, anche  congiuntamente agli interventi di istallazione di impianti fotovoltaici e sistemi di accumulo, il miglioramento di almeno due classi energetiche dell’edificio.

Se il miglioramento di due classi non fosse possibile, perché già si trova in una classe alta, sarà necessario il conseguimento della classe energetica più alta.

Il passaggio di due classi energetiche dovrà essere dimostrato mediante l’attestato di prestazione energetica (APE), ante e post intervento, rilasciato da tecnico abilitato nella forma della dichiarazione asseverata.


SUPERBONUS 110%: INTERVENTI TRAINATI
Lavori (trainati) che servono a raggiungere il Superbonus 110% soltanto se eseguiti congiuntamente ad uno dei principali, ad eccezione delle sole colonnine di ricarica.

COLONNINE DI RICARICA PER VEICOLI ELETTRICI

Installazione di infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici a condizione che sia effettuata congiuntamente ad almeno uno degli interventi di isolamento termico delle superfici opache o di sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti, sopra indicati
LIMITE DI DETRAZIONE: 3.000 € 
REQUISITI: Le infrastrutture di ricarica devono essere dotate di uno o più punti di ricarica di potenza standard non accessibili al pubblico.
I limiti di spesa e le caratteristiche dell'installato si trovano nel DL 63/2013 citato dal DL 34/2020 e s.m.i. Tra le spese incentivabili anche i costi iniziali per la richiesta di potenza addizionale fino ad un massimo di 7 kW.
SOGGETTI INTERESSATI: Condomini, quali residenze, alberghi, uffici, negozi, unità produttive, unità commerciali) e Singole unità, quali residenze e uffici

INSTALLAZIONE DI PANNELLI FOTOVOLTAICI

Installazione di impianti solari fotovoltaici connessi alla rete elettrica su edifici fino ad un ammontare complessivo delle spese non superiore a dell'impianto solare fotovoltaico eseguita congiuntamente ad uno degli interventi di isolamento termico delle superfici opache o di sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti o di riduzione del rischio sismico precedentemente elencati.
LIMITE DI DETRAZIONE: 
euro 48.000 e comunque nel limite di spesa di euro 2.400 per ogni kW di potenza nominale. In caso di interventi di cui all'articolo 3, comma 1, lettere d), e) ed f), del DPR n. 380 del 2001 il limite di spesa è ridotto ad euro 1.600 per ogni kW di potenza nominale.
---------------------------------------------
Installazione di pannelli solari fotovoltaici in edifici, connessi alla rete elettrica. La detrazione è riconosciuta anche per l'installazione di sistemi di accumulo integrati negli impianti solari fotovoltaici agevolati.
LIMITE DI DETRAZIONE: euro 1.000 per ogni kWh di capacità di accumulo del sistema di accumulo, nel limite complessivo di spesa di euro 48.000 e, comunque, di euro 2.400 per ogni kW di potenza nominale dell’impianto.
REQUISITI: L'impianto fotovoltaico incentivato deve riguardare edifici grid-connected e non può essere applicata su una installazione stand alone. L'energia non auto-consumata in sito deve essere ceduta a GSE.
L'incentivo non è cumulabile con altri incentivi pubblici o altre forme di agevolazione di qualsiasi natura previste dalla normativa, nazionale e regionale. L'installazione dei sistemi di accumulo può avvenire contestualmente oppure successivamente all'installazione del nuovo impianto fotovoltaico. Il solare fotovoltaico può contribuire al salto di due classi richiesto dal Decreto Rilancio per il Superbonus 110%, in misura maggiore se utilizzato in abbinamento a impianti alimentati ad energia elettrica come le pompe di calore.
SOGGETTI INTERESSATI: Condomini, quali residenze, alberghi, uffici, negozi, unità produttive, unità commerciali) e Singole unità, quali residenze e uffici

SOSTITUZIONE DEI SERRAMENTI

Sostituzione dei serramenti esistenti con prestazioni energetiche rispondenti ai requisiti di norma.
LIMITE DI DETRAZIONE: 
60.000 € 
REQUISITI:
Il progetto di riqualificazione deve rispettare tutti i requisiti richiesti dal DM 26/06/2015 e in particolare la verifica di trasmittanza e del fattore di schermatura del serramento.
I valori di trasmittanza delle strutture devono rispettare anche quanto indicato dal DM 26/01/2010.
La detrazione si applica alle spese per la sostituzione dei serramenti anche comprensive di infissi e schermature solari. La sostituzione dei serramenti può contribuire al salto di due classi richiesto dal Decreto Rilancio per il Superbonus 110%. 
SOGGETTI INTERESSATI: Condomini, quali residenze, alberghi, uffici, negozi, unità produttive, unità commerciali) e Singole unità, quali residenze e uffici

SCHERMATURE MOBILI

Installazione di schermature mobili sui serramenti.
LIMITE DI DETRAZIONE/SPESA: 60.000 €
REQUISITI: Le schermature mobili devono rispettare i requisiti indicati dal DM Requisiti Minimi.
Il fattore di schermatura indica la percentuale di irraggiamento solare che attraversa il serramento. L'applicazione di schermature mobili può contribuire in misura contenuta al salto di due classi richiesto dal Superbonus del Decreto Rilancio. 
SOGGETTI INTERESSATI: Condomini, quali residenze, alberghi, uffici, negozi, unità produttive, unità commerciali) e Singole unità, quali residenze e uffici

CAMBIO IMPIANTO AUTONOMO IN CONDOMINIO CON NUOVA CALDAIA A CONDENSAZIONE AUTONOMA

Intervento di sostituzione dell'impianto di climatizzazione esistente con caldaia a condensazione.
LIMITE DI DETRAZIONE: 30.000 €
REQUISITI: L'efficienza della nuova caldaia a condensazione almeno pari alla classe A di prodotto prevista dal regolamento delegato (UE) n. 811/2013 della Commissione del 18 febbraio 2013 e sistema di termoregolazione evoluto. 
L'installazione di una nuova caldaia a condensazione è un intervento principale per il Superbonus solo in edifici condominiali o unifamiliari oppure in unità immobiliari in edifici plurifamiliari funzionalmente indipendenti e con accesso dall’esterno. Nel caso di termoautonomi in condominio si considera subordinato. L'incentivo riguarda solo interventi eseguiti per il servizio di riscaldamento.
SOGGETTI INTERESSATI: Residenze, alberghi, uffici, negozi, unità produttive, unità commerciali

BUILDING AUTOMATION

Installazione e messa in opera di sistemi di Building Automation (BACS), che consentano la gestione automatica personalizzata degli impianti di riscaldamento o produzione di acqua calda sanitaria o di climatizzazione estiva, compreso il loro controllo da remoto attraverso canali multimediali.
LIMITE DI SPESA E DETRAZIONE: Nessuno.
REQUISITI: I dispositivi devono consentire il controllo e la gestione degli impianti da remoto.
Non è semplice considerare questo tipo di sistemi nel salto di classe richiesto dal Decreto Rilancio. La norma da applicare per questo caso è la UNI 15232 che indica fattori correttivi sulla prestazione energetica globale.
Non sono incentivate le spese per gli strumenti di lettura dei dati (tablet o smartphone).
La spesa per installazione di building automation è detraibile solo per soggetti IRPEF. 
SOGGETTI INTERESSATI: Condomini, quali residenze, alberghi, uffici, negozi, unità produttive, unità commerciali) e Singole unità, quali residenze e uffici

Articoli recenti

Superbonus 110%: ecco la guida dell’Agenzia delle Entrate

Chi ci visita





Quantcast